Le vitamine del gruppo B

/ / Aziendali, Teknofarma
Vitamine del gruppo B

Cani e gatti hanno bisogno di un apporto adeguato di vitamine per una salute ottimale, in particolare le vitamine del gruppo B.
Queste vitamine svolgono infatti un ruolo cruciale nel metabolismo glucidico, lipidico e protidico e nel corretto funzionamento dei meccanismi cellulari per la produzione di energia.

Situazioni di stress prolungato e patologie croniche possono portare ad una loro deplezione e, dal momento che ciò può ripercuotersi sulla salute dell’intero organismo, è opportuno assicurare sempre all’animale un apporto ottimale di vitamine, fornendogli una dieta sana ed equilibrata ed un’eventuale integrazione con specifici prodotti multivitaminici ad uso veterinario.

Che cosa sono le vitamine?

Scoperte nel 1911 dal medico polacco Kazimierz Funk, le vitamine sono nutrienti essenziali per la salute.

Possono essere definite come un insieme molto eterogeneo di sostanze chimiche, normalmente necessarie in minime quantità per i fabbisogni dell’organismo, nel quale regolano una serie di reazioni metaboliche, spesso funzionando come coenzimi.

Le vitamine si possono suddividere in due grandi gruppi:

  • idrosolubili (vitamine del gruppo B, acido folico, vitamina H, PP e C)
  • liposolubili (A, D, E e K)

Le vitamine del gruppo B

Appartengono al gruppo delle vitamine idrosolubili, così definite per la loro elevata solubilità in acqua.

Si differenziano dalle vitamine liposolubili poiché non necessitano della presenza di lipidi nel tratto gastroenterico per poter essere assorbite.

Le vitamine del gruppo B non vengono accumulate nell’organismo e vengono facilmente escrete attraverso le urine. Dunque, hanno scarsissime probabilità di causare tossicità, ma al contempo si esauriscono più rapidamente e possono più facilmente andare incontro a carenze.

Le vitamine del gruppo B sono:

  • Tiamina (B1)
  • Riboflavina (B2)
  • Acido pantotenico (B5)
  • Piridossina (B6)
  • Cianocobalamina (B12)
  • Acido folico (B9)
Queste vitamine svolgono funzioni importanti. In condizioni di stress o di lavoro più intenso il loro fabbisogno può aumentare anche di cinque volte

Quali funzioni svolgono nell’organismo?

Nell’organismo vivente le vitamine del gruppo B esplicano principalmente la funzione di “cofattori” enzimatici (coenzimi), ossia permettono a numerosi enzimi di esplicare la loro azione.

Alterazioni metaboliche possono sopraggiungere nell’organismo sia per una carente assunzione alimentare di queste vitamine, sia per una sopravvenuta inadeguata capacità dell’organismo di convertirle in coenzimi.

Tutte le variazioni metaboliche che conseguono alla deplezione di una o più vitamine del gruppo B possono sfociare in una mancata funzionalità dei sistemi enzimatici dei quali le vitamine erano cofattori.

Dal momento che esse ricoprono un ruolo riconosciuto e determinante nel metabolismo glucidico, lipidico e protidico e nel corretto funzionamento dei meccanismi cellulari per la produzione di energia, il loro corretto apporto non può mai essere trascurato.

Le carenze vitaminiche

Non sempre le carenze vitaminiche possono essere dovute ad un inadeguato apporto nutrizionale.

Spesso anche diverse condizioni patologiche possono portare ad uno stato carenziale di una o più vitamine del gruppo B, ad esempio:

  • malattia intestinale infiammatoria (IBD)
  • insufficienza pancreatica esogena (EPI)
  • patologie epatiche croniche
  • insufficienza renale cronica (CKD)
  • insufficienza cardiaca cronica

Inoltre è stato dimostrato che anche situazioni di stress o di lavoro più o meno intenso possono modificare il fabbisogno di vitamine del gruppo B, che può aumentare da due a cinque volte.
Le carenze vitaminiche, indipendentemente dalla causa, possono manifestarsi sia in modo acuto sia subclinico e, se protratte nel tempo, determinano disfunzioni metaboliche che possono causare svariate patologie anche non direttamente imputabili all’avitaminosi.

Inoltre, la diminuzione del tasso ematico di queste vitamine può determinare un calo delle difese immunitarie (es. diminuzione della produzione di anticorpi). Infatti, tutte le vitamine del gruppo B, insieme alla C e alla D, sono coinvolte nei processi immunologici.

Dunque, poiché le vitamine del gruppo B non possono venire immagazzinate come riserva, è fondamentale che la loro assunzione sia continuativa e quantitativamente adeguata ai consumi.

Inoltre, data la stretta interdipendenza fra le vitamine del gruppo, una carenza o un aumentato fabbisogno di una di esse può ripercuotersi negativamente sull’equilibrio dell’intero gruppo, per questo motivo è sempre consigliabile l’integrazione di tutte le vitamine anziché di una soltanto.

Sono inattivate da luce e calore

La maggior parte delle vitamine del gruppo B è particolarmente labile e può essere inattivata dalla luce o dal calore.

In particolare, le temperature di cottura degli alimenti nel caso della dieta casalinga e quelle della preparazione industriale delle crocchette o degli alimenti umidi, possono ridurre molto il contenuto di vitamine del complesso B di un alimento. Anche la stessa esposizione alla luce solare può sortire lo stesso effetto.

Pertanto è fondamentale accertarsi che il cane o il gatto ne assuma con l’alimento in quantità adeguate al suo fabbisogno nutrizionale e, laddove necessario, integrare mediante l’utilizzo di specifici mangimi complementari ad uso veterinario.

In conclusione

In conclusione è possibile affermare che:

  • le vitamine del gruppo B sono fondamentali per la salute umana e animale
  • dal momento che non possono essere immagazzinate, la loro assunzione deve essere sempre continuativa e adeguata ai consumi
  • una loro carenza può determinare alterazioni metaboliche che a lungo andare possono portare all’insorgenza di situazioni patologiche

Articolo a cura della divisione scientifica di Teknofarma

  • inTecnici veterinari

    A tu per tu con i nuovi animali da compagnia. Il contenimento.

    Il ruolo del tecnico veterinario è cruciale nel garantire il benessere e la sicurezza di cani, gatti e dei sempre più diffusi nuovi animali da compagnia. Questi professionisti giocano un ruolo fondamentale nel contenimento degli animali durante varie procedure e visite mediche.  I cani e i gatti, essendo spesso reticenti o ansiosi durante le visite...
  • inMedici Veterinari, Microbioma

    Cani da slitta e microbiota. Cosa sappiamo?

    Cosa sappiamo del microbiota dei cani da slitta?Come varia prima e dopo una gara di lunga distanza?Che rapporto ha con la prestazione sportiva? Le conoscenze sulle variazioni del microbiota nei cani da slitta prima e dopo lo sforzo atletico non sono ancora del tutto note.Ma gli studi sono promettenti. Cani da slitta e microbiota Il...
TORNA SU